Abbiamo già parlato di M.U.G.E.N , l'engine gratuito per la realizzazione di picchiaduro bidimensionali. Questa volta è il caso di spendere qualche parola per Dragon Ball Z Mugen Edition 2, uno dei migliori titoli creati proprio con questo mezzo.

Una tale configurazione rende praticamente indispensabile un joypad , visto che la tastiera non è la periferica più adatta per un picchiaduro così complesso. Per utilizzare un pad però è necessario editare un file di configurazione per indicare il numero di tasti presenti sulla periferica. Niente di difficile comunque, basta seguire le istruzioni (in inglese) presenti in un file di testo contenuto nella directory del programma. Un problema un po' più serio è dato dalla possibile incompatibilità del gioco con i sistemi operativi e le periferiche più nuove, essendo Mugen ormai un po' datato. Comunque, se ti piace la serie Dragon Ball, devi assolutamente dargli una chance.

Giudizio complessivo È piuttosto raro trovare giochi amatoriali e gratuiti così ben realizzati, anche dal punto di vista grafico e sonoro. Certo le produzioni commerciali attuali sono infinitamente superiori, ma non giocano nella stessa categoria.